Regolamento

Regolamento:

  1. Gli organizzatori e chiunque abbia a che fare con La Ravaldona non sono responsabili per voi e per la vostra sicurezza. Gli organizzatori non si assumono alcuna responsabilità per la vostra incolumità né per rotture, danni, incidenti, dispersi e quant’altro.
  2. Pensate a questa sfida come ad un lungo e duro allenamento individuale con rilevamento cronometrico… ma ricordate: siete gli unici responsabili di voi stessi.
  3. Ogni partecipante si impegna ad offrire tutto il supporto possibile agli altri in caso di infortunio o malore. Si impegna altresì a rispettare le norme del codice della strada, a rispettare la natura e le persone che dovesse incontrare lungo il percorso. Siate solidali tra voi e rispettosi con gli altri.
  4. È consigliato l’uso del casco.
  5. La Ravaldona si svolge in regime di totale autosufficienza, ogni partecipante deve avere con sé tutto quello che ritiene necessario (kit riparazione pneumatici, pompa, cibo, borraccia con acqua, ect). I partecipanti potranno usufruire di bar, ristoranti e negozi lungo il percorso per approvvigionarsi, qualora per farlo dovessero deviare dal percorso si impegnano a rientrare nel percorso nel punto dove lo hanno lasciato.
  6. Non verrà predisposto nessun servizio di soccorso sanitario o di recupero in caso di abbandono. Siete responsabili della vostra sicurezza, organizzatevi. Se avete problemi di qualsiasi tipo non chiamateci perché non verremo in vostro soccorso. Se decidete di abbandonare la prova non avvertiteci perché non è necessario, ci limiteremo a registrare il tempo di chi arriva.
  7. Non è consentito nessun supporto di tipo meccanico, logistico, di navigazione e di “scia” da persone non partecipanti alla Ravaldona. I partecipanti non potranno usufruire dell’appoggio di amici o parenti che abitano nelle vicinanze del percorso. Questo per garantire pari opportunità a tutti.
  8. La partecipazione è consentita con ogni tipo di bicicletta purchè il telaio sia di ferro. Ogni Bicicletta verrà sottoposta al test della calamita per provarne la ferrosità. Tenete conto dei km di sterrato e del percorso che avete scelto. Il percorso si svolge per la maggior parte su asfalto, ci saranno anche alcuni km di strade “bianche” mediamente ben tenute e pochi km di sentiero largo e scorrevole, inoltre ci saranno alcuni passaggi in cui la bici verrà portata a spalla. La scelta della bicicletta sta a voi. I partecipanti che intendono cimentarsi in singlespeed\fissa ci stanno molto simpatici. E’ consentito l’uso di un mozzo flip\flop pista\libero ma il pignone e la “ruota libera” dovranno avere lo stesso numero di denti. Sono consigliati i freni soprattutto per i percorsi in salita. Se intendete cimentarvi in salita con la single speed, oltre ad avere la nostra eterna ammirazione, sarete degli eroi perchè alcuni tratti del percorso prevedono pendenze che superano il 20%.
  9. La Ravaldona consiste nel completare il percorso prescelto in maniera totalmente autosufficiente. Sono previsti checkpoint a timbro sul percorso. E’ una “sfida” tra persone d’onore e ci si gioca l’onore di aver partecipato in maniera leale, non servono giudici.
  10. I percorsi ufficiali sono 3 e non ammettono “tagli” o modifiche di nessun tipo. Il percorso è parzialmente segnalato, tuttavia alla partenza verrà distribuito un road-book. Il percorso è aperto al traffico, ogni partecipante si impegni a rispettare il codice della strada.
  11. I percorsi saranno 3:
    – Il primo che tutti devono completare sarà di 20 km e sarà interamente in pianura quindi adatto ad ogni partecipante e ad ogni mezzo.
    – Il secondo sarà in collina e, compreso il primo tratto obbligatorio di 20 km, avrà una lunghezza di 55 km con un dislivello di 680 metri.
    – Il terzo percorso si svolge sempre nei colli bolognesi ed avrà una lunghezza di 74 km (compresi i 20 del primo percorso) ed un dislivello di 1.200 metri circa.
    Al momento dell’iscrizione, da effettuarsi con apposito form online, vi verrà chiesto quale percorso intendete fare e vi verrà consegnato il relativo road-book.
  12. La manifestazione si svolgerà con qualsiasi condizione meteorologica, se il tempo sarà brutto siate doppiamente prudenti, non fate gli eroi e usate la testa.
  13. Con un comunissimo orologio di dubbia precisione verrà registrato il tempo di arrivo di tutti i ciclisti che concluderanno il percorso prescelto. La Ravaldona è una manifestazione non competitiva, pertanto non verrà realizzata una classifica.
  14. Quando tutti i partecipanti ai tre percorsi saranno giunti all’arrivo, verranno assegnati i seguenti premi: 1) Premio TETANO per la bici senza marce più arrugginita; 2) Premio SCASSONA per la ravaldona con marce più ravaldona di tutte; 3) Premio EROE per chi farà il percorso più difficile con la bicicletta più improbabile; 4) Premio FISSA per chi è “in (bici) fissa per i colli”; 5) Premio FAMILY per la famiglia partecipante più numerosa; 6) Premio STRAVAGANZA per il personaggio più vistoso; 7) Premio SUPER BIMBO e Premio WONDER BIMBA per il bimbo e la bimba che arrivano per primi.
  15. Partecipando a “La Ravaldona” dichiarate di averne compresa la difficoltà e di ritenere di essere in condizioni fisiche adeguate a sopportarne lo sforzo e gli eventuali disagi dovuti a meteo, fango, difficoltà di orientamento, inconvenienti meccanici, necessità di abbandono ecc…